Accompagnamento dei Defunti o Psicopompo


Nella cultura sciamanica la Morte rappresenta solo un passaggio, come la Nascita, da una dimensione all’altra; questo “viaggio” è generalmente sereno e spontaneo, ma può capitare che alla morte l’anima del Defunto non trovi la strada per raggiungere il luogo al quale è destinato. Le motivazioni possono essere molteplici: dai parenti che, per il dolore della perdita, lo trattengono in questo Mondo, al Defunto stesso che, in seguito ad una morte traumatica o improvvisa, non prende coscienza della situazione che sta vivendo.

Lo sciamano farà lo Psicopompo, un rituale che consiste nel “viaggiare” nella realtà non-ordinaria, accompagnato dal proprio Spirito Alleato, preposto per il traghettamento delle Anime, incontrando l’Anima del Defunto per convincerla a lasciare questa Dimensione, per mettersi in cammino verso la propria destinazione. Lo Sciamano  lo accompagnerà fino al varco e lo lascerà oltrepassare nel luogo dove troverà pace e gioia.

Questo rituale aiuta i familiari ad affrontare il lutto più serenamente e non può essere effettuato prima dei 72 giorni dalla morte.